Trentino
     

Le materie prime

Le materie prime hanno un’importanza fondamentale nel definire la qualità dei prodotti da costruzione: usando materie prime scadenti o inquinate, si creano prodotti che pur avendo delle accettabili caratteristiche meccaniche, hanno degli effetti indesiderati diretti e indiretti sulla nostra salute.
È importante, quindi, non solo usare materiali da costruzione naturali e biocompatibili, ma anche ecosostenibili, in modo da tutelare l’ambiente.
La particolare conformazione del nostro territorio, ci permette di estrarre e produrre materiali unici in maniera sostenibile e a basso impatto ambientale, con caratteristiche tecniche che non hanno paragone in Italia e tantomeno all’estero.
I siti estrattivi da cui vengono le nostre materie prime sono affascinanti e particolari:

  • La scaglia rossa trentina, da cui si ricava la calce idraulica naturale, è un tipo di marna che si trova solamente in determinate zone del Trentino. Questo calcare marnoso, perfettamente bilanciato, una volta cotto ci permette di creare la calce idraulica naturale NHL5, un legante idraulico di altissima qualità e purezza che abbina resistenza meccanica, salubrità e comfort.
  • Siamo gli unici in Italia a usare la dolomia come inerte, un materiale puro e resistente che viene direttamente dal cuore delle nostre montagne. L’estrazione in ipogeo ci permette di garantire la totale salubrità del nostro inerte, che vede la luce del sole per la prima volta solamente quando lascia la miniera.

 

Viviamo a pochi chilometri dai nostri siti estrattivi e ci risulta naturale conservare al meglio il nostro territorio. Per questo il nostro procedimento estrattivo non lascia tracce dannose per l’ambiente, che viene invece arricchito di nuovi spazi.
Una volta esaurite le cave all’aperto, dalle quali estraiamo la marna, gli spazi vengono ripristinati come in origine oppure tramite la creazione di laghi artificiali.
I vuoti sotterranei creati per l’estrazione dell’inerte vengono invece sfruttati per la conservazione a basso consumo energetico di mele e alimenti, ma potrebbero essere sfruttate anche per lo stoccaggio di materiali particolari, server e molto altro. L’inerzia termica della roccia, infatti, permette di tenere fresco l’ambiente con il minimo dispendio di energia elettrica. La particolare stratificazione geologica, invece, lo rende perfettamente e naturale asciutto.

Newsletter
Iscriviti e resta aggiornato sull’edilizia naturale.
Richiedi informazioni 
Non esitare a contattarci per avere più informazioni sui nostri prodotti e la nostra filosofia.



unchecked checked